Area pazienti

FILO INTERDENTALE : E’ indispensabile usare il filo interdentale?

Essendo l’unico mezzo per rimuovere la placca fra un dente e l’atro il filo interdentale è un mezzo insostituibile.

IGIENE ORALE: Ogni quanto tempo è opportuno fare l’igiene orale in studio?

Dipende da molti fattori. Il principale è senz’altro la cura e l’attenzione con cui il paziente esegue l’igiene orale domiciliare. Sarà quindi l’odontoiatra a stabilire la frequenza necessaria dell’igiene in studio. Inoltre i pazienti parodontopatici necessitano di una terapia di mantenimento con sedute frequenti.

ALITOSI: A cosa è dovuta?

L’alitosi cioè l’alito cattivo può essere dovuto per esempio a: disturbi gengivali, carie, disidratazione, disturbi digestivi causati da una cattiva alimentazione, consumo di alcolici, fumo ed alcune malattie sistemiche. Svegliarsi la mattina con l’alito cattivo è dovuto soprattutto alla disidratazione, perchè durante il sonno il metabolismo rallenta, il flusso di saliva diminuisce quindi gli acidi e altri residui subiscono un processo di putrefazione. Per questo prima di coricarsi è molto importante lavarsi con cura i denti e usare il filo interdentale.

ALITOSI : L’alitosi è una conseguenza dalla malattia parodontale?

I batteri presenti nel cavo orale ed in modo preminente nelle tasche parodontali causano alito maleodorante che è tra i primi sintomi avvertiti dal paziente parodontopatico.

GENGIVE : Cosa causa il sanguinamento delle gengive?

Il sanguinamento gengivale è la prima manifestazione di infiammazione causata dell’accumulo di placca batterica.

GRANULOMA: Che cos’è il granuloma?

Il granuloma è una reazione infiammatoria che l’organismo mette in atto per contrastare le tossine che i batteri producono. E’ detto granuloma apicale quello che si presenta all’apice della radice di un dente. Il granuloma può sfociare in ascesso.

PARODONTO : Cos’è il parodonto?

Il parodonto è costituito da tutti i tessuti che circondano il dente e che lo tengono attaccato al tessuto osseo. Specificamente sono:gengiva, legamento parodontale, cemento radicolare ed osso alveolare.

PIORREA/PARODONTITE : Cos’è la piorrea o parodontite?

E’ la malattia un tempo conosciuta con il nome di Piorrea. Colpisce i tessuti che tengono ancorato il dente all’osso, che sono il legamento parodontale,il cemento radicolare e l’osso alveolare, definiti comunemente “parodonto profondo”. La malattia colpisce anche il “parodonto superficiale”, ossia le gengive.

DIAGNOSI : Con quali mezzi il dentista può diagnosticare la parodontite?

Un’accurata anamnesi è il mezzo primario per identificare un probabile paziente parodontopatico. Oltre a ciò le radiografie ed alcuni esami specifici di laboratorio coadiuveranno lo specialista al momento della visita.
L’esame nella bocca del paziente verrà eseguito con una sonda parodontale che rileverà e la presenza di eventuali tasche parodontali e quindi la parodontopatia.

SINTOMI PIORREA : Come si può riconoscere la parodontite?

La malattia parodontale è silente o asintomatica.Il paziente può tuttavia, essendo attento ad alcuni “segnali”, accorgersi del suo insorgere: sanguinamento allo spazzolamento, alitosi, regressioni gengivali che espongono i colletti dei denti, flogosi gengivale, ipersensibilità dentale, mobilità dei denti.

Declino di responsabilità

Il contenuto del Sito è A CARATTERE PURAMENTE INFORMATIVO, le informazioni qui fornite NON COSTITUISCONO un consulto medico. L'Utente, inteso come persona maggiorenne in buono stato generale di salute, utilizza il Sito sotto la Sua unica responsabilità. In nessun caso gli Studi potranno essere ritenuti responsabili di eventuali danni sia diretti che indiretti, o da problemi causati dall'utilizzo delle suddette informazioni. Per qualsiasi problema odontoiatrico o richiesta relativa alla Vostra salute dentale potete contattarci e fissare un appuntamento. Il Sito ovviamente non può fornire un consulto odontoiatrico e non sostituisce mai una visita e una valutazione personale del medico.