GSK-3, l’enzima anti Alzheimer che cura anche i denti

Le cellule staminali, utili per rigenerare i denti dei bambini | Oral Team News

GSK-3, l’enzima anti Alzheimer che cura anche i denti

GSK-3, l’enzima anti Alzheimer che cura anche i denti 950 614 Oral Team

GSK-3, l’enzima anti Alzheimer che cura anche i denti

Secondo il recente studio fatto dal King’s College di Londra, la molecola che oggi viene utilizzata per contrastare la malattia degenerativa (GSK-3) è in grado di accelerare la rinascita della dentina.

Come si legge dalla pubblicazione del 9 gennaio 2017, il restauro della dentina persa nelle lesioni profonde provocate dalla carie è un trattamento molto comune che prevede l’uso di cementi inorganici a base di calcio o di silicio.
Tuttavia questi cementi non si degradano e quindi rimangono nel dente, di conseguenza il volume minerale naturale di un dente non viene mai recuperato del tutto.

Un nuovo approccio biologico al restauro della dentina

Si utilizzano delle spugne di collagene biodegradabili per somministrare basse dosi di GSK-3 (glicogeno sintasi chinasi), questo fa sì che si attivino i processi naturali che portano alla formazione di nuova dentina che andrà a riparare il danno derivante dalla carie.

A differenza del cemento, questa spugna è biodegradabile, pertanto, dissolvendosi con il tempo, permette alla dentina di occupare lo spazio lasciato libero, portando in questo modo ad una riparazione naturale, completa ed efficace.

Questo approccio, così semplice all’apparenza, potrebbe veramente rivoluzionare il modo di curare le carie.

Il processo è del tutto naturale, i denti normalmente hanno infatti la capacità, in presenza di piccoli danni, di produrre un sottile strato di dentina per proteggere la polpa, questa capacità però è molto limitata e non è in grado di risolvere situazioni di grave entità.

La molecola GSK-3 riesce a rinforzare il processo rigenerativo naturale e, accelerando l’attività delle cellule staminali della polpa, a far produrre più dentina.

Potenzialmente potrebbe rendere superflue le otturazioni sulle carie più piccole!

Perché potenzialmente?

Perché per ora la tecnica è stata provata e si è rivelata efficace in laboratorio sui topi.

La speranza che questa cura funzioni anche sugli esseri umani è tenuta alta dal fatto che che la molecola GSK-3 sia già usata sull’uomo, nei farmaci anti-Alzheimer.

Questo processo, una volta verificata la sua efficacia e affidabilità potrebbe creare in futuro un approccio del tutto nuovo nelle cure odontoiatriche.

Clicca qui per leggere la pubblicazione originale 🇺🇸

Seguici su facebook per non perderti neanche una notizia della nostra nuova rubrica Oral Team News!

Your Name *
Your Email *
GSK-3, l'enzima anti Alzheimer che cura anche i denti

Iscriviti alla newsletter di Oral Team!

Iscriviti per rimanere aggiornato su tutte le novità di Oral Team, ricevere prodotti informativi che ti aiuteranno nella tua igiene orale e per poter avere accesso per primi ad offerte esclusive!

Complimenti,
Sei dei nostri!